Maeva! Benvenuti in Polinesia – Parte 2

Continuiamo in nostro viaggio in Polinesia attraverso le sue splendide isole e, per entrare nella magica e rilassata atmosfera polinesiana, sorseggiamo un buonissimo Mai Tai, il cocktail tipico di Tahiti!

mai tai

ARCIPELAGO DELLE TUAMOTU

L’Arcipelago delle Tuamotu, composto da isole basse e atolli, è stato scoperto da Magellano nel 1521 ed è un paradiso formato da isolotti corallini che galleggiano su una distesa di mare e di spiagge incontaminate, l’unico rumore qui è quello delle onde che s’infrangono contro la barriera, mentre all’interno gli atolli profumano di mille fiori, tiarè e ylang ylang allargano sensi e percezioni.

Più di 400 varietà di pesci alimentano queste acque, affascinando il viaggiatore e rendendolo un paradiso per gli amanti del diving. Il tempo scorre sereno nei piccoli villaggi dove i visitatori possono immergersi nel ritmo quotidiano degli abitanti, dediti alla coltura della famosa e preziosa perla nera, unica al mondo!

Rangiroa, Tikeahau e Fakarava sono le isole principali di questo arcipelago.

rangiroa

Rangiroa, che significa “Cielo Immenso”, è un anello di terra emersa, un nastro di isole con al centro una meravigliosa laguna. È uno dei quattro atolli più grandi al mondo, con una laguna dai colori straordinari, dal verde giada al turchese, che resteranno impressi per sempre nella memoria di chi li vede. Vero e proprio acquario naturale, la sua fauna sottomarina offre uno degli scenari più ricchi per chi ama il mare e per i sub di tutto il mondo: squali grigi, mante, pesci napoleone, razze leopardo, barracuda, cernie, sono solamente alcune delle varietà che è possibile vedere e avvicinare durante le immersioni. Si possono inoltre praticare lo snorkeling, lo sci d’acqua, il parasailing e la pesca alla traina o d’altura.

Le immersioni alla celebre “fossa degli squali” e alla spettacolare “foresta di coralli pietrificati” saranno per tutti esperienze mozzafiato! Da non perdere la Laguna Blu vicino al motu Taeo’o, a bordo di una barca con fondo di vetro!

Continua a leggere

Diving e Snorkeling nel mondo: Mauritius

Diving Mauritius

Eleganti murene, pesci napoleoni, pesci-pappagallo e pesci-farfalla: sono solo alcuni degli incontri che si possono fare nelle acque di Mauritius, che per la ricchezza della sua fauna e la bellezza dei suoi fondali è uno dei migliori siti per le immersioni di tutto l’Oceano Indiano.

Ottime occasioni per lo snorkeling (praticabile tutto l’anno grazie a una temperatura dell’acqua che varia da un minimo di 18/20° in inverno a un massimo di 28° in estate), si possono trovare già a pochi metri dalla battigia, ma chi vuole godersi la barriera corallina e le acque turchesi delle lagune può contare su gite in barca organizzate dagli hotel o dai numerosi operatori mauriziani.

Ampie opportunità anche per gli appassionati di diving, che possono usufruire dei numerosi programmi proposti da agenzie di settore: oltre alla magnifica barriera corallina, la costa di tutta l’isola offre spot davvero esclusivi, dagli isolotti deserti della zona settentrionale alle architetture di scogli che caratterizzano le acque meridionali, ideali per i diver più esperti.

E perché non approfittare del soggiorno per prendere un brevetto? Nell’isola sono presenti centri Padi, Cmas e Naui. La MSDA – Mauritian Scuba Diving Association raggruppa 50 centri diving sparsi su tutta la costa situati in prossimità dei migliori siti di immersione e spesso presso gli hotel.

Ma vediamo quali sono i migliori siti per immersioni.

COSTA NORD

  • Merville Aquarium – Grand Baie: situato al largo della costa, a 1,5 km dal Merville Beach Hotel di Grand Baie, offre il meglio in termini di prevedibilità della vita dei pesci. Pesci angelo, murene, pesci scorpione, pteroidi, pesci donzella e pesci farfalla, murene gigantesche e simpatiche sono a disposizione per gli amanti dello snorkeling e della fotografia subacquea.

Continua a leggere